chiudi
rssalute.it

Flusso Dispositivi Medici

Il Repertorio dei Dispositivi Medici (RDM), istituito con decreto del MdS del 20 febbraio 2007, consente di identificare, attraverso il numero di repertorio, i dispositivi medici acquistati, dispensati ed utilizzati nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale, che fanno parte di un'anagrafe di riferimento unica a valenza nazionale.
La costituzione del Repertorio ha rappresentato, tra l'altro, un passaggio indispensabile per l'attuazione del monitoraggio dei consumi di dispositivi medici del Servizio Sanitario Nazionale in modo omogeneo sul territorio nazionale attraverso l'istituzione, presso il Ministero della salute - Direzione generale dei farmaci e dispositivi medici, della banca dati per il monitoraggio dei consumi dei dispositivi medici acquistati ed utilizzati nelle aziende sanitarie.
Il flusso dei Dispositivi Medici costituisce pertanto debito informativo della regione nei confronti del MdS. Con l'integrazione dei dispositivi medico-diagnostici in vitro (IVD) nel Sistema RDM, la rilevazione del flusso dei consumi è stata estesa anche ai consumi di IVD.
Oggetto della rilevazione sono sia i dispositivi medici acquistati dalle strutture di ricovero e distribuiti alle unità operative per consumo interno, distribuzione diretta o distribuzione per conto, sia i dispositivi medici acquistati dalle aziende sanitarie locali o strutture equiparate e destinati alle strutture del proprio territorio per consumo interno, distribuzione diretta o distribuzione per conto.
I dati rilevati riguardano la struttura contraente;
informazioni relative ai contratti stipulati per l'approvvigionamento di dispositivi medici, riferite sia ad aspetti di carattere generale per l'impianto contrattuale che ad aspetti specifici per ciascun dispositivo oggetto del contratto;
informazioni relative alle distribuzioni interne (consegne) di DM alle strutture sanitarie direttamente gestite dal SSN, con riferimento a ciascun mese solare e con riferimento alle unità operative destinatarie, al netto dei resi.
La scelta di rilevare le informazioni relative alle distribuzioni interne, piuttosto che le informazioni relative agli effettivi consumi, è determinata dalla minore complessità nella rilevazione del dato da parte delle aziende sanitarie.
Pertanto, ai fini della determinazione dei consumi si assumono i valori riferiti alle distribuzioni interne effettuate.

Riferimenti ministerialiInserito il


Privacy      Termini di utilizzo